Guida acquisto robot

Se stai cercando informazioni, opinioni e recensioni sui robot piscina, sei capitato nel posto giusto. In questo sito utenti ed esperti si confrontano per scegliere i migliori robot pulitori per piscine presenti sul mercato italiano! In questa pagina troverai una guida per scegliere il miglior robot per la tua piscina, in base a 7 importanti fattori da considerare.

Mentre le piscine forniscono molti vantaggi, estetici e pratici, all’aspetto generale di un’abitazione o di una qualunque struttura, richiedono allo stesso tempo una manutenzione costante per restare pulite e funzionanti. Per raggiungere questo obiettivo, un robot piscina è sicuramente la soluzione migliore per una pulizia automatica: evita ai proprietari di effettuare manualmente la pulizia della vasca e rimuove tutti i tipi di sporcizia, da quella fine, che rende l’acqua torbida, ai detriti più grossolani.

Oggi i robot pulitori sono un prodotto molto popolare e ne esistono diverse tipologie sul mercato, ecco i criteri per scegliere il più adatto.

 

1. Dimensioni e tipo della piscina

Il fattore chiave per decidere quale robot piscina usare è la tipologia e la dimensione della piscina. Le tipologie di piscina possono essere semplicemente divise in due principali: piscine interrate e fuori terra. Le dimensioni della piscina vengono di solito categorizzate in residenziali (fino a 15 metri ) e commerciali. Ogni robot pulitore ha delle specifiche tecniche proprie, il che lo rende pienamente adatto alla pulizia di un certo tipo di piscine. Un robot pulitore pensato per piscine di grandi dimensioni, ad esempio, ha bisogno di un cavo molto lungo per raggiungere ogni zona della vasca, spesso necessita anche di una maggiore capacità di aspirazione. Solitamente queste caratteristiche di base sono chiaramente comunicate nelle descrizioni dei prodotti.

2. Frequenza d’utilizzo

Tutti i robot piscina hanno una filtrazione interna per pulire l’acqua della piscina e raccogliere la sporcizia eliminata. La frequenza d’utilizzo dipende in gran parte dalle condizioni della piscina, ad esempio dall’ambiente circostante (pensiamo ad alberi, vegetazione, polveri, etc). In ogni caso, prima o poi i filtri a cartuccia o i sacchi filtro andranno cambiati, dunque è meglio acquistare un robot per il quale sia facile trovare i ricambi.

3. Ciclo di pulizia 

I cicli di pulizia determinano il tempo per cui il robot può prolungare il suo funzionamento prima di spegnersi automaticamente. I cicli di solito vanno dall’ora e mezza alle 5 ore. Ci sono 3 tipologie di cicli: singoli, multipli o programmabili. La possibilità di programmare i cicli di pulizia richiede un maggior sforzo iniziale ma è sicuramente una caratteristica molto avanzata e richiesta da chi deve mantenere una piscina al meglio.

Filtrazione a cartuccia

Filtrazione a cartuccia

4. Tipo di filtri

Come detto sopra, i robot pulitori per piscina comprendono al loro interno dei filtri a cartuccia o a sacco. Le cartucce sono pensate e progettate per essere “usa e getta”, il che significa che vanno sostituite quando sono intasate. Il sacco filtro invece è rimovibile, lavabile e riutilizzabile, teoricamente per tutta la vita del robot. Con entrambe le tipologie bisogna assicurarsi che i filtri siano puliti prima di mettere il robot in acqua.

5. Grado di filtrazione

Il grado di filtrazione è determinato dalla velocità di pulizia, ovvero da quanta acqua può essere filtrata in un’ora, è solitamente espressa in m3/h. Questo valore è solitamente proporzionale alla dimensione della piscina, dunque alla capacità di contenimento del filtro.

6. Dimensione e peso del robot

Un robot di grandi dimensioni, con un grosso motore può essere piuttosto pesante, anche oltre 20 kg. Questo fattore va considerato soprattutto pensando a chi dovrà movimentare il pulitore, estraendolo dall’acqua. Si può anche valutare di acquistare un robot dotato di carrello caddy, che rende il trasporto molto più agevole.

7. Garanzia

I pulitori robot non hanno prezzi economici, solitamente. La manutenzione costa, il prodotto anche. Perciò è preferibile orientarsi verso produttori e rivenditori che offrano una garanzia il più possibile lunga, per evitare esborsi eccessivi in caso di danneggiamenti o altre problematiche: la sostituzione di parti di ricambio può costare quanto un nuovo pulitore. Avere una garanzia che copra le parti principali di ricambio può far risparmiare molti soldi, così come acquistare un robot affidabile, i cui ricambi si trovino facilmente sul mercato.

 

Seguendo questi consigli potrete trovare il miglior robot per le vostre esigenze!

 

Richiedi un preventivo

Compila i campi e un nostro consulente commerciale ti invierà un proposta appena possibile. Ricorda: si tratta di un'offerta riservata e non comporta alcun impegno.